Case in affitto da aziende e privati

Acquisto di una nuova casa: il trasloco delle utenze per la fornitura di luce e gas

Quando si trasloca in una nuova abitazione è necessario effettuare anche il cambio delle utenze di luce e gas. Vediamo come effettuare il trasloco delle utenze domestiche, tutti i dettagli in merito a costi, tempistiche e modalità, e quali sono le differenza tra allacciamento, voltura e subentro.

Le tempistiche del trasloco utenze

Al momento di trasferirsi in una nuova casa occorre prestare particolare attenzione anche al trasloco delle utenze di luce e gas. Si tratta di un'operazione fondamentale ed è molto importante agire rispettando le tempistiche, per non rischiare di ritrovarsi nella nuova casa senza le utenze attive. In generale si consiglia di muoversi almeno un mese prima della data prevista del trasloco: in questo modo saremo sicuri di effettuare tutte le operazioni necessarie. Anche per quanto riguarda l’ attivazione della linea fissa e internet, è sempre bene muoversi in anticipo per non rischiare di riscontrare problematiche, che farebbero perdere del tempo e allungare i tempi. Se in alcuni casi basta semplicemente scegliere l'offerta internet casa giusta, comunicare il codice di migrazione e attendere pochi giorni per poter avere internet e la linea fissa attiva, in altri casi la situazione tende a complicarsi un po'. Si tratta, tuttavia, di casi molto particolari: conoscerli aiuta a capire come fare per evitare il problema prima ancora che si manifesti. Inoltre, per alcuni gestori, possiamo sfruttare l'opportunità di controllare lo stato di avanzamento di una pratica, come ad esempio nel caso dell'attivazione TIM(di cui puoi anche usufruire del servizio paytv) o dell'attivazione con un altro gestore.

Allacciamento e prima attivazione, costi e tempistiche

Quando dobbiamo fare richiesta per un cambio delle utenze, dobbiamo già aver chiaro di quale operazione avremo bisogno: questo dipende se la casa in cui traslocheremo era precedentemente abitata o si tratta di un immobile appena costruito. Se infatti stiamo per traslocare in una casa di recente costruzione, e dunque mai abitata, la prima cosa da fare è effettuare una richiesta per l'allacciamento di luce e gas, che comporterà l'installazione di un contatore, fondamentale per la sottoscrizione di un contratto utenze. La tempistica dell'allacciamento prevede tra i 30 e i 60 giorni lavorativi e ha un costo intorno ai 450 euro. Una volta che il nostro contatore di luce e gas sarà stato installato, potremo procedere con la sottoscrizione di un contratto luce e gas e con la prima attivazione del contatore, un'operazione dal costo variabile tra i 50 e gli 80 euro. Per la prima attivazione del contatore non sono richieste tempistiche eccessivamente lunghe, in particolare per la prima attivazione della luce dovremo attendere tra i 7 e i 10 giorni lavorativi, mentre per la prima attivazione del gas, tra i 10 e i 15 giorni lavorativi.

Differenza tra voltura e subentro

Se stiamo per traslocare in una casa che era già abitata, troveremo il contatore già presente; questo potrebbe essere ancora attivo o risultare già staccato: a seconda dello stato di attivazione del contatore dovremo fare richiesta per una voltura o un subentro delle utenze. In particolare, faremo richiesta per una voltura energia qualora sia il contatore che il contratto del precedente inquilino risultino ancora attivi: con la voltura potremo andare a modificare i dati dell'intestatario delle utenze. Qualora il contatore risultasse invece già staccato, dovremo procedere con un subentro delle utenze, e procedere alla sottoscrizione di un nuovo contratto.

Come effettuare una voltura o un subentro

Per effettuare una voltura o un subentro, è necessario contattare il fornitore con cui abbiamo sottoscritto il contratto e allegare alcuni documenti:
  • Dati nuovo intestatario utenze ( nome, cognome, carta d'identità, codice fiscale)
  • Indirizzo
  • Dati vecchio intestatario utenze
  • Dati utenza (codice POD per la luce e codice PDR per il gas)
  • Lettura contatore e potenza in Kw ( recuperabile in una vecchia bolletta)
  • codice Iban ( in caso di pagamenti con domiciliazione bancaria)

Tempistiche voltura e subentro

Come già accennato, quando si effettua un cambio delle utenze è importante agire per tempo. Le tempistiche di voltura e subentro possono variare, ma in generale, per una voltura di luce e gas dovremo attendere tra i 4 e i 30 giorni lavorativi, da quando il cliente ha inoltrato la richiesta. Il subentro della luce avviene entro 7 giorni lavorativi, mentre il subentro del gas avviene entro 12 giorni lavorativi. Qualora il cliente dovesse subire ritardi nello svolgimento delle operazioni, L'ARERA ha predisposto un indennizzo pecuniario, stabilendone la somma in base ai giorni di ritardo subiti. Nello specifico, il cliente ha diritto a un indennizzo pari a : 35 euro se l'attivazione è avvenuta nel doppio del tempo 70 euro in caso l'attesa sia stata del triplo del tempo 105 euro se l'attivazione è avvenuta oltre il triplo del tempo previsto