VILLA

€ 153.600
Lotto nr. 1
Piena proprietà di Appartamento, sito a Roma, via Leonida Lay, 195, ad un solo piano, interno 3, Edificio A, Censito al Catasto Fabbricati del Comune di Roma al Foglio 1154, particella 168, sub 503, z.c. 6, cat. A/8, classe 4, consistenza 8 vani, rendita cat. Euro 3.553,22. E’ compresa nel lotto quota parte indivisa del terreno circostante di pertinenza, comune ad altri immobili, censito al NCT di Roma, Foglio 1154, part. 168 .
Piena proprietà di Appartamento, sito a Roma, via Leonida Lay, 195, ad un solo piano, interno 3, Edificio A, composto da ingresso, soggiorno comune, quattro stanze (di cui 1 destinata a cantina), 3 bagni e due disimpegni. Censito al Catasto Fabbricati del Comune di Roma al Foglio 1154, particella 168, sub 503, z.c. 6, cat. A/8, classe 4, consistenza 8 vani, rendita cat. Euro 3.553,22. E’ compresa nel lotto quota parte indivisa del terreno circostante di pertinenza, comune ad altri immobili, censito al NCT di Roma, Foglio 1154, part. 168 – ENTE URBANO. La costruzione è stata realizzata in assenza di concessione edilizia; per tali opere è stata presentata domanda di condono in data 30.05.1986 prot. n. 116366; l'Ufficio Condono Edilizio del Comune di Roma non ha rilasciato il permesso di costruire in sanatoria poiché è ancora in attesa di documentazione integrativa richiesta in data 2 novembre 2015. Il Ctu rileva difformità rispetto alla destinazione d’uso denunciata all’atto d’obbligo (sia nelle planimetrie del condono che in quelle catastali alcuni ambienti sono destinati a cantina mentre, attualmente, sono utilizzati come ambienti di abitazione, più precisamente come camere da letto), difformità non sanabili perché sussiste vincolo paesistico (gli immobili ricadono all'interno della “Riserva Naturale di Decima Malafede” sulla quale è vigente un vincolo paesaggistico, istituzionalizzato con la creazione della Riserva Naturale e ricade altresì in zona “Parchi Istituiti” secondo il vigente P.R.G. del Comune di Roma approvato con Delib. C.C. n. 18 del 12.02.2008). L’immobile non ha l’agibilità. Non è presente l’allaccio alla rete idrica pubblica: l’immobile riceve acqua da un pozzo artesiano, situato in un immobile non pignorato (particella 168, sub 501 e 502), per il quale deve essere presentata la “Denuncia Pozzo” alle amministrazioni competenti e installato il misuratore di portata. Non è presente l’imbocco in fogna ma ci sono i pozzi neri, per i quali deve essere richiesta specifica Autorizzazione Comunale e che sono fuori norma rispetto al Piano di Tutela delle Acque Regionali (PTAR) approvato con Delibera di Consiglio n. 42/2007. Non è presente l’allaccio alla rete naturale del gas ma sono presenti 3 serbatoi di GPL, inf. a 13 mc, situati nel giardino. Non vi sono i certificati di conformità degli impianti, né le dichiarazioni di rispondenza, così come previsto dalla normativa vigente. Certificazione energetica G. Si fa presente che sul terreno insistono una piscina in muratura e cemento e un locale tecnico di pertinenza, abusivi, che dovranno essere demoliti. Libero. Il tutto come meglio descritto nel pignoramento e negli elaborati peritali in atti.

Centro Aste Giudiziarie diventa DIMORAMA. Acquista in asta giudiziaria con la massima tranquillità, per qualsiasi immobile in Italia, e per qualsiasi tribunale. Ti offriamo l'esperienza di chi da oltre 10 anni opera esclusivamente nell'acquisto di immobili all'asta, con oltre 800 immobili aggiudicati ogni anno dai nostri clienti. E la polizza ACQUISTO ASSICURATO che protegge il tuo immobile dal momento della aggiudicazione. Per un acquisto SEMPLICE e SICURO, vai sul portale Dimorama Classe Energetica: G - IPE: 175.00kWh/mq anno


Annuncio pubblicato da CENTRO ASTE GIUDIZIARIE ROMA 2

ROMA (RM)

Telefono: 0558954475


Contatta il venditore